Riaprono i campi da golf nelle aree più colpite da Covid-19

Riaprono i campi da golf nelle aree più colpite da Covid-19
Green-keepers prepares the course The K Club. (Photo by Ian Walton/Getty Images)

Thanks to: Greenkeeping Magazine

I campi da golf di tutto il mondo, ora anche a New York – la città con il bilancio delle vittime da Coronavirus più alto finora – stanno riaprendo, nel significato che il golf viene visto, a livello globale, come un’attività ammissibile nel momento in cui vengono revocate le restrizioni di blocco della pandemia.

In Corea del Sud, dove il virus è arrivato settimane prima che colpisse l’Europa e gli Stati Uniti, con un bilancio di vittime inferiore ai due continenti, un torneo di golf con quasi 150 giocatori è stato messo in programma entro le quattro settimane.

Queste situazioni sono successive alla notizia della scorsa settimana che uno dei maggiori esperti mondiali di malattie virali, ha dichiarato che il golf, insieme alla vela e alle corse dei cavalli, sono tre sport che possono tornare, a condizione che vengano rispettate le varie regole di distanza sociale.

La scorsa settimana il Texas ha annunciato che i suoi campi da golf potrebbero riaprirsi con effetto quasi immediato, mentre questo fine settimana il Minnesota ha annunciato che il golf potrebbe di nuovo giocare sui suoi campi da golf, per la prima volta dopo il blocco. Anche in tutto il Canada sono state riaperte le strutture per il golf.

Tuttavia, l’annuncio più simbolico è arrivato questo fine settimana con la notizia che New York – la città che ha visto più di 10.000 morti e lo stato che ha visto più di 13.000 morti finora – ha annunciato che i suoi campi da golf, anche nel centro di New York, potranno riaprire. Le restrizioni saranno ancora severe. Tutte le strutture della club house rimarranno chiuse al pubblico, i ristoranti potranno offrire solo servizi di asporto o di consegna, l’unico personale autorizzato a lavorare sono i custodi e la sicurezza ed i tee time sono incoraggiati ad essere prenotati online.

Un legislatore della contea ha rilasciato questa dichiarazione:

“I golfisti potranno camminare sui percorsi e portare la sacca. I golf cart non saranno disponibili in quanto non è previsto personale per la loro sanificazione. Clubhouse e spogliatoi non saranno aperti. Saranno ammessi i manutentori sul campo ed il personale di sicurezza per garantire che i golfisti mantengano una distanza sociale di sei piedi “.

A seguito delle recenti riaperture di campi da golf in tutto il mondo, in Danimarca ed ora anche in Corea del Sud, molti golf club hanno comunicato su Facebook che erano aperti e che si poteva giocare a golf.

In effetti la Corea del Sud è diventata uno dei primi paesi al mondo ad offrire una data per il prossimo mese in cui potrà giocarsi una competizione sportiva. Si tratta del campionato “Korea Ladies Professional Golf Association (KLPGA)”, che si terrà il 14 maggio e vedrà la partecipazione di 144 golfiste.

Non si sa ancora quando riapriranno i campi da golf del Regno Unito, ma a giudicare dai commenti delle persone del settore negli ultimi giorni, sembra esserci una crescente fiducia che il gioco potrà riprendere con restrizioni, già da maggio. Il Belfry Hotel & Resort si sta preparando per la sua riapertura, affermando che donerà l’intero incasso di green fee del primo giorno ad una serie di organizzazioni benefiche del Regno Unito.

Katie Niland, direttore vendite, ha dichiarato: “Vogliamo condividere un po’ di positività in questo momento eccezionale per molte organizzazioni benefiche che si affidano alle donazioni per sopravvivere. Al The Belfry, ospitiamo eventi di beneficenza durante l’anno, quindi questa è l’occasione per restituire qualcosa in modo che possano continuare ad aiutare chi ne ha più bisogno”.

Giovanni Malcotti

Giovanni Malcotti

Inizialmente affascinato dal mondo Retail ho lavorato come consulente per Poste Italiane, Alitalia, Omnitel, Telecom, Stream ed infine in Domino Research. Poi ho scoperto il turismo, prima da avventuriero e dal 2004 è diventato il mio mantra, il mio lavoro. Ho avuto la fortuna di ricoprire ruoli manageriali in Adamello SKI, Blu Hotels, DMO di Enti pubblici. A queste esperienze ho aggiunto la passione per il golf che si è trasformata nel mio lavoro. Amo l'Italia incondizionatamente, metto tutto insieme e cerco di condividere queste competenze nel mio settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *